Tour Romania, Serbia e Bulgaria

12 giorni / 11 notti

Date di partenza dall’Italia : 03/07-07/08-11/09 Partenze garantite minimo 2 persone

Giorno 1: Italia-Bucarest

Arrivo all’aeroporto di Bucarest ed incontro con la guida che resterà a vostra disposizione per tutto il tour in Romania. Trasferimento in albergo. Prima della cena, giro panoramico della capitale romena con la Piazza della Rivoluzione e la Piazza dell’Università. Cena in ristorante a Bucarest. Pernottamento presso l’hotel CAPITOL 4* a Bucarest.


Giorno 2: Bucarest-Sinaia-Brasov

Colazione in hotel. Intera mattinata dedicata alla scoperta della capitale romena, denominata “La Parigi dell’Est”, ammirando i suoi larghi viali, i gloriosi edifici “Bell’ Epoque”, l’Arco di Trionfo, l’Ateneo Romeno, la Piazza dell’Unione, e visitando la parte vecchia con  la “Patriarchia” (centro spirituale della chiesa ortodossa romena) e la chiesa Stavropoleos, considerata un capolavoro dell’architettura romena, datata 1724. Visita del Palazzo del Parlamento, il secondo edifico più grande del mondo dopo il Pentagono di Washington. Partenza per Sinaia, denominata “la Perla dei Carpati”, la più nota località montana della Romania. Pranzo in ristorante sul percorso. Visita del Castello Peles, uno dei piu bei castelli d’Europa, antica residenza reale, costruito alla fine del XIX secolo nello stile neogotico tipico dei castelli bavaresi. Nel pomeriggio, arrivo a Brasov e visita di una delle piu affascinanti località medioevali della Romania, nel corso della quale si potranno ammirare il Quartiere di Schei con la chiesa Sfantul Nicolae, la prima scuola romena (XV sec), la Biserica Neagrã (Chiesa Nera – solo esterno), la chiesa più grande della Romania in stile gotico e le antiche fortificazioni della città con i bastioni delle corporazioni. Cena e pernottamentto presso hotel KRONWELL 4* a Brasov

Giorno 3: Brasov-Bran-Sibiu

Colazione in hotel. In mattinatta, visita del Castello Bran, conosciuto con il nome di Castello di Dracula, uno dei più pittoreschi della Romania, edificato nel XIII secolo dal cavaliere teutonico Dietrich e restaurato in epoche successive. Partenza per Sibiu. Pranzo in ristorante sul percorso. Arrivo a Sibiu, Capitale Europeea della Cultura nel 2007. Visita guidata del centro storico della citta di Sibiu, la capitale europea, nota all’epoca per il suo sistema di fortificazione considerato il piu grande della Transilvana con oltre 7 km di cinta muraria della quale oggi si conservano importanti vestigi. Si potrà ammirare la Piazza Grande con la particolarità dei tetto della città con “gli occhi che ti seguono“, la piazza Piccola con il ponte delle Bugie e l’ imponente chiesa evangelica in stile gotico del XIV sec (solo esterno – in restauro). Cena tipica regionale , a Sibiel, dai contadini, con menu tradizionale e bevande incluse. Pernottamento presso l’hotel RAMADA 4* a Sibiu.

Giorno 4: Sibiu-Alba Julia-Hunedoara-Sarmisegetusa-Baile Herculane

Colazione in hotel. In mattinatta, visita di Alba Iulia, la cittadella fortificata ed edificata dall’imperatore Carlo IV su progetto di Morando Visconti nel 1714; visita della catedrale romano-catolica della città, uno dei piu importanti edifici sacri della Romania. La città fu fondata dai Romani nel II secolo d.C. sotto Marco Aurelio e distrutta dai Tartari nel 1241. Alba Iulia fu la residenza dei principi di Transilvania e di un vescovo cattolico romano. Partenza per  Hunedoara per visitare il Castello della famiglia Hunyadi. Il castello è un grande complesso monumentale progressivamente sviluppatosi in stile prima gotico, poi rinascimentale, quindi barocco. Presenta un grande ponte levatoio, numerose torri e cortili e due grandi saloni: il Salone dei Cavalieri ed il Salone della Dieta, così chiamato perché per qualche tempo ospitò le riunioni della Dieta di Transilvania. Pranzo in ristorante e nel pomeriggio visita di Ulpia Traiana Sarmizegetusa (nome completo: Colonia Ulpia Traiana Augusta Dacica Sarmizegetusa) che era la capitale dell’antica Dacia nel II-III secolo; nonché suo principale centro amministrativo, finanziario e politico. Fu fondata nel 106 sul precedente castrum militare di Traiano dopo la conquista della regione e la sua conseguente riorganizzazione in Provincia romana. Oltre all’anfiteatro e a due fori (uno dei quali abbellito con rifiniture in marmo da Settimio Severo), il sito archeologico conserva un acquedotto costruito al tempo di Adriano, due granai, numerosi templi quale centro religioso provinciale (tra cui uno dedicato al Libero padre, ad Esculapio, alla dea Nemesi ed un tempio Capitolino), un teatro, l’abitazione del Procurator Augusti, numerose abitazioni private, locali industriali e commerciali. Attorno alla città sorgevano poi numerose villae rusticae. In serata arrivo a Baile Herculane. Cena e pernottamento presso l’albergo MINERVA 4*  o similare a Baile Herculane.

Giorno 5: Baile Hercilane-Mini crociera sul Danubio-Timisoara

Dopo la colazione in hotel, partenza per Orsova. Imbarco sul batello e minicrociera sul Danubio, alle famose Porte di Ferro: si tratta di uno stretto passaggio, lungo circa 3 km e largo 160 m, al confine serbo-romeno, tra Orșova e Turnu Severin. Nel 1896 per consentirne la navigazione è stato costruito un canale artificiale. Il termine delle Porte di ferro è una profonda gola naturale, lunga un centinaio di chilometri, che segna il passaggio dai Monti Carpazi Meridionali ai Monti Balcani e sul fondo della quale il Danubio oggi sembra scorrere tranquillo, mentre fino al 1973 le navi potevano passare di qui, solo trainate da un locomotore a causa delle fortissime correnti che lo caratterizzavano. Si potrà ammirare la famosa Tabula Traiana incisa nella roccia al chilometro 965, che ricorda come già nel 33 dopo Cristo l’imperatore romano Traiano si era trovato ad affrontare il problema delle insidie della navigazione in questo punto e lo aveva in parte risolto facendo intagliare nelle rocce a picco sul fiume una spettacolare strada militare che gli consentì di proseguire il suo cammino alla conquista della Dacia. Al termine dell’ escursione, pranzo in ristorante. Partenza per Timisoara. Arrivo e visita della capitale storica del Banato della Romania, Timisoara, città con influenze dal barocco viennese e con un gran numero di parchi che portano il soprannome di “Piccola Vienna” e di “Città dei parchi“. Timisoara è la citta da dove scoppiò la scintilla della Rivoluzione rumena. Durante la visita si ammirearanno le 3 piazze più importanti: Piazza della Vittoria, dominata dalla cattedrale ortodossa con una splendida iconostasi in oro, Piazza della Libertà e Piazza dell’Unità con il Duomo romano-cattolico e il Palazzo barocco. Timişoara è stata la prima città d’Europa con illuminazione pubblica elettrica. Cena e pernottamento presso l’albergo CONTINENTAL 4* a Timisoara.

Giorno 6: Timisoara-Dogana Moravita-Novi Sad(Serbia)-Belgrado

Colazione in hotel. Partenza per la Serbia. Passaggio della dogana e continuazione per NoviSad. Arrivo e visita guidata della città. Novi Sad è una città situata nel nord della Serbia, sulle rive del Danubio. È il capoluogo della Voivodina e del Distretto della Bačka Meridionale ed è un importante centro culturale ed industriale. La città è stata scelta per essere capitale europea della cultura nel 2021, insieme alla romena Timișoara. Una delle attrazioni turistiche più note di Novi Sad è la Fortezza di Petrovaradino Petrovaradinska tvrđava), nata come cittadella romana e divenuta nel XIII secolo monastero cistercense i cui monaci ne rinforzarono le mura dopo l’invasione dei Tartari (1247-1252). Fu teatro di numerose battaglie tra l’Austria e gli Ottomani, nuovamente rimaneggiata nel XVIII secolo, è una delle più imponenti costruzioni militari in Europa. Mete di numerosi visitatori ogni anno sono anche il parco nazionale della Fruška Gora che dista circa 20 km da Novi Sad, e il paese di Sremski Karlovci a 8 km dal centro. La città vecchia ospita un gran numero di testimonianze storiche e artistiche mete di turismo. Sulla Piazza della Libertà si affacciano alcuni degli edifici più significativi: il Municipio, il Palazzo della Banca della Vojvodina e quello della Novosadska štedionica, la Cassa di risparmio, l’Uomo di ferro e la parrocchia cattolica costruita nel 1895 in stile neogotico, di cui spicca la torre. Altri edifici di valore artistico sono quello della Matica srpska, la più antica istituzione culturale della Serbia, che s’interessa del patrimonio linguistico e letterario della Serbia; il palazzo dell’Eparchia (Vescovado) di Bačka, il ginnasio Jovan Jovanović Zmaj, o il palazzo della famiglia Menrat costruito nello stile della secessione ungherese. Pranzo in ristorante e continuazione per Belgrado. Cena in ristorante tipico. Pernottamento presso l’albergo MOSKVA hotel 4* a Belgrado.

Giorno 7: Belgrdo-Sofia(Bulgaria)

Colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita guidata di Belgrado, con il centro storico, la fortezza  di Kalemegdan e il Museo Etnografico. L’antica capitale della Jugoslavia, ed oggi della giovane Repubblica Serba, è da sempre il centro commerciale e culturale  dell’intera regione. Vivace, moderna, attiva, in perenne espansione e sviluppo, conta ormai con la periferia oltre 2 milioni di abitanti. A Singidunum, nome antico di Belgrado, si ricordano i soggiorni di importanti figure storiche come gli imperatori Marco Aurelio, Tirano e Costantino il Grande. Risale invece al 395 la sottomissione all’Impero Romano d’Oriente, fino a quando, con gli attacchi degli Ostrogoti, degli Unni e degli Avari, si insediarono nel 630 gli Slavi che cambiarono il nome della città in Belgrado. Fu nel 1389 che la città serba entrò a far parte del vasto impero ottomano, divenendo così terra di numerose moschee e patria di moltissimi turchi. Teatro di frequenti scontri tra austriaci (che la espugnarono) e turchi (che riuscirono sempre a riconquistarla), gli abitanti Serbi presenti nel territorio rivendicarono spesso la loro autonomia che arrivò in definitiva dall’Impero nel 1817 e da lì a poco Belgrado divenne la capitale. Gli scontri tornarono a far da padroni durante la seconda guerra mondiale, e Belgrado, ormai passata al Regno Jugoslavo nel ’29, fu bombardata dagli eserciti nazisti nel 1941. Dopo essere passata sotto l’ala dittatoriale di Tito e aver subito altri numerosi attacchi, tra cui quello della NATO, la Serbia riuscì a ottenere l’indipendenza tra il ’91 e il ’95.
Pranzo in ristorante. Strada per arrivare a Sofia. Passaggio della dogana ed arrivo in Bulgaria. Arrivo a Sofia. Cena e pernottamento presso l’albergo RAMADA SOFIA 4*.

Giorno 8: Monastero di Rila-Sofia

Prima colazione in hotel e in mattinatta visita guidata di Sofia, una tra le più belle capitali del Sud Est Europeo. Sofia e una città con un aspetto moderno, considerata il centro culturale bulgaro. Nel centro storico si trova la cattedrale-monumento Aleksandre Nevski, l’edificio emblematico della capitale bulgara, la chiesa Santa Sofia, uno dei più illustri monumenti bizantini dei Balcani e la cosiddetta “rotonda di Santo Giorgio”, l’edificio più antico della capitale bulgara (sec III). Partenza per  il monastero di Rila con sosta per il pranzo lungo il percorso. Visita del monastero Rila, il più conosciuto monastero della Bulgaria, carico di storia e di tesori d’arte, situato in un grandioso paesaggio di foreste di faggi e pini e di cime rocciose. Il Monastero di Rila è stato inserito dall’Unesco nella lista dei monumenti del Patrimonio Universale nel 1983. Con le sue alte mura di cinta e le molteplici ferritoie, il santuario, almeno esteriormente, assomiglia più ad una fortezza che ad un monastero. Il complesso è composto da un edificio di quattro piani con 300 celle in tutto, un grande cortile, una chiesa e la torre del despota Hrelio. L’opera d’arte più preziosa, contenuta nella chiesa del monastero, è l’iconostasi, intagliata in legno. Le pareti furono affrescate da Zahari Zograf ed altri pittori. Nella chiesa vi sono molte icone, di epoca risalente tra il XIV ed il XIX secolo. Terminata la visita, ritorno a Sofia. Cena e pernottamento presso hotel RAMADA SOFIA 4*.

Giorno 9: Sofia-Plovdiv-Veliko Tarnovo

Prima colazione in hotel e partenza per Plovdiv che sarà Capitale Europea della Cultura nel 2019. Plovdiv presenta molte similitudini con l’Antica Roma ed oggi è un’importante sito archeologico a cielo aperto. Visita guidata di Plovdiv. La città bulgara è stata costruita su 7 colli ma è molto più antica di Roma. Infatti Plovdiv è stata edificata intorno al 6.000 a.C., ed è quindi una delle città più antiche d’Europa. Altra caratteristica che la lega a Roma è la sua incredibile stratificazione storica: come la capitale italiana, Plovdiv, è passata attraverso epoche storiche diverse che hanno lasciato incredibili tracce nella città. L’antico insediamento urbano è di origine neolitica, poi la città divenne una fortezza commerciale tracia, passò da centro culturale romano a città bizantina e, dopo anni travagliati, passò sotto il dominio ottomano. Proprio per questa incredibile storia, la città è ricca di tesori di epoche diverse. L’antico anfiteatro marmoreo è il classico esempio di architettura urbana romana, ma a soli poche centinaia di metri sorge la splendida Moschea Dzhumaya, uno degli edifici più belli di tutta la città. Il punto forte della cittadina è il quartiere rinascimentale conosciuto come Città Vecchia (risale al XVIII secolo). Infatti Plovdiv, oltre ad essere la capitale culturale della Bulgaria, viene anche considerata la Firenze bulgara. L’antico quartiere è un pittoresco insieme di case di legno e campanili, di edifici dipinti con tonalità che vanno dal verde, all’azzurro fino al giallo canarino e di piccole stradine acciottolate dove aleggiano gli odori di piatti tipici della tradizione bulgara. Pranzo in ristorante sul percorso. Proseguimento della strada per Veliko Tarnovo. Visita guidata della città di Veliko Tarnovo una delle città piu affascinanti della Bulgaria, arroccata con le sue tipiche casette orientali intorno ai meandri rocciosi del fiume Jantra. Visita della vecchia fortezza Tsarevetz nominata anche la “collina degli zar”. Cena e pernottamento presso GRAND HOTEL YANTRA 4*.

Giorno 10: Veliko Tarnovo-Arbanassi-Bucarest

Prima colazione in hotel e partenza per visitare il villaggio-museo di Arbanassi, villaggio fondato dagli Albanesi scappati all’invasione turca dove possono essere ammirate le case e le chiese. Visita della Chiesa metropolita della Natività. Essa fu edificata nel XVI secolo grazie alle donazioni di nobili e di ricchi prelati ortodossi ed all’interno, le sue pareti furono completamente affrescate (volte comprese) con scene del Vecchio e Nuovo Testamento da parte dei più famosi artisti della penisola balcanica. Le 2.000 immagini raffigurate, assieme all’iconostasi (stupenda), fanno della chiesa un piccolo, importante e indimenticabile gioiello. Pranzo ad Arbanassi e nel pomeriggio proseguimento per Bucarest attraversando  la frontiera bulgara di Ruse. Trasferimento nell’ albergo a Bucarest. Cena in ristorante a Bucarest, con spettacolo folcloristico e bevande incluse. Pernottamento presso l’hotel CAPITOL 4* a Bucarest.

Giorno 11: Bucarest

Intera giornata a disposizione. Cena libera. Pernottamento presso l’hotel CAPITOL 4* a Bucarest.

Giorno 12: Bucarest/Italia

Prima colazione in hotel. Tempo a disposizione e trasferimento in aeroporto per il rientro in Italia. Fine dei nostri servizi.

Quota di partecipzione: a partire da €2270,00 (la quota a partire da.. dipende solo ed esclusivamente dalla tariffa aerea che può variare al momento della prenotazione e verrà confermata, nel momento in cui ci verrà inoltrata la richesta di prenotazione.)

La quota comprende:


• Volo di Linea a/r da Roma Fiumicino, tasse aeroprtuali incluse
• 11 pernottameti in hotel 4/5* come da programma
• tutti gli spostamenti menzionati nel programma
• guida in lingua italiana per tutta la durata del viaggio
• pensione completa con acqua minerale inclusa dalla cena del giorno di arrivo fino all’ultima colazione del giorno di partenza
• una cena a Bucarest in locale tipico, con spettacolo flcloristico e bevande incluse
• il costo degli ingressi per le visite previste nel programma
• quota gestione pratica

La quota non comprende:


• la cena dell’ 11 giorno
• altre bevande ai pasti
• assicurazione medico-bagaglio e annullamento
• mance (35€ per persona, che dovranno essere saldati alla guida il giorno dell’arrivo)
• Tutto quanto non espressamente indicato alla voce La quota comprende