Stati Uniti e Canada

Stati Uniti

Documenti e visti

Per entrare negli USA è obbligatorio anche per minorenni e neonati il passaporto elettronico, cioè dotato di microchip integrato su cui vengono immagazzinati tutti i dati del titolare (rilasciato a partire dal 26 ottobre 2006) e valido per almeno sei mesi oltre la data di soggiorno nel paese. Per alcuni paesi, tra cui l’Italia, il passaporto viene considerato automaticamente rinnovato per ulteriori sei mesi qualora la validità residua fosse inferiore (www.state.gov/documents/organization/104770.pdf). Non è consentito in ogni caso viaggiare con un passaporto scaduto.

In base al Visa Waiver Program (VWP – Programma di esenzione dal visto), il visto non è richiesto ai cittadini italiani e di altre 37 nazioni per soggiorni fino a 90 giorni per affari e/o turismo (senza estensioni). Il VWP richiede un biglietto non rimborsabile negli USA di ritorno o proseguimento del viaggio verso altro paese estero che non sia territorio contiguo (Canada, Messico, Caraibi) .

I viaggiatori VWP devono registrarsi online almeno 72 ore prima dell’arrivo nell’Electronic System for Travel Authorization (https://esta.cbp.dhs.gov), al costo attuale di $14. Una volta approvata, la registrazione è valida due anni.

Importante: dal gennaio 2016 l’ESTA ancora valida è revocata a chi possiede una doppia cittadinanza iraniana, irachena, sudanese o siriana, e a tutti coloro che si sono recati in questi paesi dal 1° marzo 2011. A partire dalla stessa data, i viaggiatori dei paesi VWP che rientrano nelle categorie appena descritte devono richiedere il visto.

La procedura per l’ottenimento del visto costa $160 circa e richiede un colloquio con un rappresentante del consolato; si raccomanda di iniziare la procedura di richiesta di visto almeno un mese prima della prevista partenza per gli Stati Uniti. Occorre creare un account utente al sito web https://ais.usvisa-info.com (gli svizzeri www.ustraveldocs.com) e seguire scrupolosamente le indicazioni.

A completamento del programma di sicurezza ESTA, tutti coloro che viaggiano negli Stati Uniti sono soggetti alla procedura Secure Flight Program sviluppata dalla Transportation Security Administration (www.tsa.gov).

Per aggiornamenti e informazioni dettagliate sui requisiti d’ingresso consultate i siti www.travel.state.gov e http://italian.italy.usembassy.gov/visti/esta.html .

Quando andare

Molti turisti visitano gli USA d’estate, proprio quando gli americani lasciano la città e vanno in vacanza. Per evitare le folle (soprattutto nei parchi nazionali) le stagioni più indicate sono la primavera e l’autunno. Quest’ultimo è il periodo migliore per recarsi nel New England e nella zona settentrionale dei Grandi Laghi, quando i colori della natura offrono uno spettacolo meraviglioso. Gran parte del territorio a est delle Montagne Rocciose d’estate è caldo e umido, soprattutto nel sud, mentre nei deserti compresi tra le Montagne Rocciose e la Sierra Nevada è molto caldo e secco, in particolare nel sud-ovest. Sulla costa meridionale della California il tempo è bello tutto l’anno, ma la vita da spiaggia si svolge soprattutto da giugno a settembre.

Canada

Documenti e visti

I cittadini italiani non hanno bisogno di visto per entrare in Canada come turisti fino a un massimo di sei mesi. Ricordiamo che il passaporto dovrà essere valido per la durata dell’intera permanenza ed è inoltre richiesto il biglietto di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio e fondi sufficienti per la durata del soggiorno sia per il viaggiatore sia per gli accompagnatori a suo carico. Nel caso siate genitori single/separati o nel caso in cui abbiate un minore a vostro carico, dovrete fornire, oltre al passaporto del minore, una lettera di consenso dei genitori o del tutore legale. Infatti, in Canada le leggi sul rapimento di minori sono molto severe.

Quando andare

Per un viaggio in Canada suggeriamo l’inverno a chi vuole sciare; per i campeggiatori e per coloro che sono intenzionati a visitare l’estremo nord, invece, i mesi di luglio e agosto sono i migliori. Infine, se volete immergervi nella massima affluenza turistica, partite tra la metà di giugno e la metà di settembre, mentre, se preferite meno affollamento, prezzi più bassi e un ritmo più rilassato, scegliete la primavera o l’autunno, ma sappiate che alcuni servizi e attrattive destinate ai turisti potranno non essere disponibili.

Fonte LP